COPERTINA
Dal primo marzo Cinema "La terra buona" girato in Val Grande e realizzato grazie al crowfunding

20 Feb 2018

Dal primo marzo al Cinema "La terra buona", seconda fatica cinematografica del regista albese Emanuele Caruso, realizzata grazie a un'importante partecipazione del basso tramite il crowdfunding. Oltre 500 sottoscrittori hanno finanziato il film con quote da 50 Euro. Raccolti oltre 80.000 euro che fanno di questo film la più grande raccolta in quote mai realizzato in Italia.

"La terra buona" si ispira a tre storie: quella del monaco Padre Sergio De Piccoli, che ha fondato una delle biblioteche più alte d'Europa a Marmora - Val Maira; quella di Mastro, ricercatore costretto a fuggire dall'Italia per le sue idee poco convenzionali e infine quella di Gea, una ragazza alla prese con una battaglia fra la vita e la morte.

Il film, per la maggior parte, è stato girato in Val Grande, al confine con la Svizzera. Le vicende che si susseguono nel film, gli incontri, lo sviluppo della trama rischieranno di mettere in crisi la pace di questo luogo selvaggio, al di fuori del tempo e dello spazio.