COPERTINA
"PICCOLE ITALIE": DOMANI A ROMA LA PRIMA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ENRICO BORGHI CHE GUARDA ALLE AREE INTERNE E ALLA "QUESTIONE TERRITORIALE" PER IL FUTURO DEL PAESE

05 Lug 2017
"Piccole Italie", il nuovo libro di Enrico Borghi edito da Donzelli, verrà presentato per la prima volta domani, martedì 9 maggio, a Roma, alle ore 10, all'Università Mercatorum di Palazzo Costaguti. All'iniziativa, con deputato e Presidente Uncem, prenderanno parte Claudio De Vincenti, Ministro per la Coesione territoriale, Luigi Bobba, Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Aldo Bonomi, Direttore del Consorzio Aaster, l'editore Carmine Donzelli, Roberto Moncalvo, Presidente Coldiretti, Rossella Muroni, Presidente Legambiente e Marcello Pittella, Presidente della Regione Basilicata.

L'evento non sarà solo una presentazione del libro, bensì permetterà un'analisi sulle prospettive di crescita delle aree interne del Paese, concentrandosi sulla "questione territoriale" ben descritta da Enrico Borghi, che è anche Sindaco di Vogogna (VB). "Questo libro è una riflessione su cosa sia la politica territoriale - afferma Borghi - dopo la fine dell’interventismo statale e la crisi del regionalismo, e su cosa possano rappresentare i territori nella sfida della modernizzazione italiana. Le statistiche e gli indicatori parlano dell’emergere in Italia di una vera e propria "questione territoriale", con una marcata polarizzazione tra territori nei quali si concentrano opportunità, risorse, servizi e investimenti e aree in cui si acuiscono l’invecchiamento, la povertà e la desertificazione". Senza assicurare certezze nel campo dei servizi essenziali quali scuole, trasporti, sanità, e senza garantire uno sviluppo che si traduca in occupazione, vengono meno i fondamentali diritti di cittadinanza, con il risultato che qualunque iniziativa è votata al fallimento. È su questi nodi che si giocherà la partita del riequilibrio territoriale e del ruolo delle nostre comunità. "L’attuazione di politiche in grado di garantire il diritto di opzione e la libertà di scelta di vita necessita di forme politiche che siano luoghi di rielaborazione del pensiero, luoghi nei quali riformulare le prospettive all’interno di una visione di bene comune. Solo così - evidenzia il Presidente Uncem - la questione territoriale diventa questione nazionale, ed è per questo che le "piccole Italie" possono contribuire in maniera decisiva a salvare la grande Italia".

Alla presentazione di Roma seguiranno numerose iniziative sui territori, come quella al Salone del Libro di Torino lunedì 22 maggio alle ore 19.