Progetto SCAM

Sportelli per la Montagna e sperimentazione di uno Sportello per il Cittadino

in area montana
Informazioni generali

Finanziatore

Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica

Attuatore

Formez in collaborazione con UNCEM, UNCEM Servizi, FormAutonomie e FormAmbiente.

Data di conclusione prevista

31 gennaio 2006

Territorio interessato

Aree montane delle regioni “obiettivo 1”

OBIETTIVI

Analizzare e sviluppare le esperienze di modelli organizzativi di “Sportello Unico per la Montagna” già avviate con il progetto “Sportello per la Montagna” attuato da UNCEM nel triennio 2002-2004, sviluppando forme di coinvolgimento dei principali attori territoriali pubblici e privati nella organizzazione e gestione dei servizi pubblici in forma associata al fine di favorire processi di sviluppo locale sostenibile.
Riutilizzare tali modelli in alcune comunità montane disponibili a sperimentare metodi di reingegnerizzazione dei propri processi di gestione di servizi in forma associata (Sportelli per la Montagna).
Creare un centro polifunzionale sperimentale in cui il cittadino potrà avere accesso ai servizi di molteplici amministrazioni (Sportello al Cittadino in Area Montana).
Selezionare e sperimentare servizi in forma associata rispondenti a nuove esigenze effettive del territorio in settori quali ad esempio: sostegno alla residenzialità in particolare femminile, servizi previdenziali, servizi culturali, edilizia e catasto, servizi anagrafici, sicurezza, rilascio autorizzazioni e documenti, servizi di motorizzazione, servizi tributari, servizi bancari e postali, utenze varie.
Individuare le competenze e le capacità del personale degli Enti Montani sulle quali intervenire con azioni informative e formative per consentire loro di rispondere al meglio alla domanda sociale.

FASI

Preparatoria

Sono istituiti ed avviati la cabina di regia composta dai rappresentanti degli enti realizzatori dell’iniziativa (Formez, Uncem, Formautonomie, Formambiente) e il comitato tecnico scientifico composto da quattro esperti e coordinato dal responsabile del progetto.

Realizzativa

La fase di realizzazione si suddivide in due sottofasi distinte:



Indagine - ricerca

Indagine sullo stato dell’arte degli Sportelli della montagna e individuazione dello sportello tipo. Ricerca sul territorio montano per la definizione condivisa dei servizi e definizione dei prototipi di sportello per la sperimentazione. Progetto di fattibilità dello Sportello del cittadino in aree montane. Progettazione in dettaglio delle singole azioni.

Sperimentazione

Sperimentazione di prototipi di Sportello della montagna.
Sperimentazione di un prototipo di Sportello del cittadino in aree montane.
Sperimentazione di nuovi servizi da erogare mediante sportelli.

Comunicazione e formazione


Promozione e sensibilizzazione
Informazione, formazione, consulenza

Elaborazione finale dei risultati e archiviazione


Valutazione, sistematizzazione e ingegnerizzazione di dati e di prodotti delle varie attività.
Inserimento dei dati on line (Campus Virtuale Uncem)
Diffusione dei risultati, mediante l’attivazione di servizi on line e di un evento finale.