Sportello montagna

Il 5 dicembre 2001 è stata stipulata la convenzione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica e l'UNCEM per l'attuazione del progetto “Sportello per la Montagna - Intervento articolato di formazione per la pubblica amministrazione in aree montane” che delinea un'ipotesi operativa volta a realizzare interventi pilota sul territorio nazionale, cui possa conseguire la definizione di una metodologia dedicata alla Pubblica Amministrazione nelle aree montane ed un modello organizzativo/operativo specifico per le aree montane italiane (ruolo e funzione delle Comunità Montane).

I soggetti beneficiari del progetto sono: amministratori, dirigenti e personale delle Comunità Montane, dei Comuni montani e di altri enti montani.

L'attuazione del progetto prevede lo sviluppo di forme di parternariato e di coinvolgimento delle imprese e dell'utenza dei servizi pubblici.

Nella fase conclusiva, l'attuazione del progetto avrà di fatto definito una serie di “Sportelli per la P.A.” e di “Sportelli al cittadino” diffusi sul territorio nazionale montano presso le sedi delle Comunità Montane, in attuazione e verifica di quanto previsto dalla legge nazionale n. 97/94 e successive integrazioni.

Il progetto è in corso di svolgimento e si concluderà il 31 luglio 2004.

 

Linee d'azione del progetto


1. Formazione e Informazione

Questa linea d'azione mira al miglioramento delle competenze del personale e degli amministratori degli enti montani sui temi dell'innovazione della Pubblica Amministrazione.

Attività svolte

Workshop e Seminari

  • • 18 Seminari sulla gestione dell'innovazione tecnologica
  • • 19 seminari sulla gestione dell'innovazione organizzativa
  • • 18 seminari sulla gestione dell'innovazione finanziaria
  • • workshop: "Formazione e sperimentazione di nuovi modelli operativi per le amministrazioni nelle aree montane" - Rimini, 4 aprile 2003
  • • workshop: "La gestione associata dei servizi comunali per la sicurezza del territorio: dalla polizia locale alla protezione civile" - Roma, 27 maggio 2003
  • • workshop: "Nove modelli di gestione associata di servizi" - Rimini, 27 marzo 2004

Comunità Professionale UNCEM - CPU

  • Attivazione dei servizi del Campus Virtuale a disposizione della CPU
  • • Servizi web ed iLabs sul sito www.uncem.net
  • • Servizi IOS sui server UNCEM Servizi, UNCEM.link, UNCEM.egov, UNCEM.dev, UNCEM.emountain
  • Attività di animazione e promozione della Comunità Professionale UNCEM

Attività previste fino a luglio 2004

  • • Aggiornamento iLabs
  • • Aggiornamento servizi Campus Virtuale (rassegna stampa, biblioteche, archivio iLab)
  • • Animazione e promozione della Comunità Professionale UNCEM
  • • Diffusione dei risultati del progetto

 

2. Sperimentazione

Questa linea d'azione è finalizzata alla sperimentazione sul campo di prassi operative ed organizzative delle pubbliche amministrazioni montane, incentrate sul ruolo di facilitatore svolto dalla Comunità Montana.

Dalle sperimentazioni si traggono elementi utili per la definizione di un modello organizzativo ed operativo di Sportello Unico per la Montagna, che riprenda le indicazioni della legge 97/94.

 

Attività svolte

Gestione di laboratori di sperimentazione operativa:

  • Cantiere 1: Servizi Culturali e turistici

    a cura delle Comunità Montane: Valle Ossola, Valle Antrona e Monterosa (Verbano-Cusio-Ossola).

  • Cantiere 2: Servizi turistici e dell’ambiente montano

    a cura della Comunità Montana dell’Alto sangro (L’Aquila).

  • Cantiere 3: Servizi sociali

    a cura delle Comunità Montane: della Lessinia e del Baldo (Verona).

  • Cantiere 4: Protezione Civile

    a cura della Comunità Montana del Basso Sinni (Matera).

  • Cantiere 5: Centro Locale di Competenza per l’e-governement e lo sviluppo tecnologico del territorio

    a cura delle Comunità Montane: dell’Alto e Medio Metauro (Pesaro Urbino) e della Gallura (Sassari).

    Cantiere 6: Centro di supporto ai Servizi Tecnici Urbanistici

    a cura della Comunità Montana del Vallo di Diano (Salerno).

  • Cantiere 7: Sviluppo del Territorio

    a cura della Comunità Montana del Pollino (Cosenza).

  • Cantiere 8: Attivazione della conferenza dei servizi per la formazione del Cittadino Digitale

    a cura della Comunità Montana della Valle Sabbia (Brescia).

  • Cantiere 9: Incubatore per la promozione dei prodotti tipici

    a cura della Comunità Montana dell’Appennino Cesenate (Forlì-Cesena).

  • Cantiere 10: Sportello Autorizzativo Unico

    a cura della Comunità Montana della Lunigiana (Massa-Carrara).

La documentazione completa dei progetti è disponibile per tutti i membri della Comunità Professionale UNCEM nel server IOS "UNCEM.link".

 

Attività previste fino a luglio 2004

Riuso dei risultati delle sperimentazioni:

  • • Cantiere 01: Servizi culturali e turistici (Modello di Riuso)

    a cura delle Comunità Montane Valsesia (VC) e Monti Azzurri (MC)

  • • Cantiere 02: Servizi turistici e dell'ambiente montano (Modello di Riuso)

    a cura del Comprensorio della Valle dell’Adige (TN) e della Comunità Montana Alto Vastese (CH)

  • • Cantiere 03: Servizi sociali (Modello di Riuso)

    a cura delle Comunità Montane Alto Astico e Posina (VI) e Alta Val Trebbia (GE)

  • • Cantiere 04: Conferenza dei servizi per la Protezione Civile (Modello di Riuso)

    a cura delle Comunità Montane del Gargano (FG) e Val Sarmento (PZ)

  • • Cantiere 06: Centro di supporto ai Servizi Tecnici Urbanistici (Modello di Riuso)

    a cura delle Comunità Montane Mont Emilius (AO) e del Comprensorio Montano della Carnia (UD)

  • • Cantiere 07: Sviluppo del Territorio (Modello di Riuso)

    a cura delle Comunità Montane Alto Chiascio (PG) e Versante Tirrenico Meridionale (RC)

  • • Cantiere 08: Attivazione della conferenza dei servizi per la formazione del cittadino digitale (Modello di Riuso)

    a cura delle Comunità Montane Lario Intelvese (CO) e del Gelbison e Cervati (SA)

  • • Cantiere 09: Incubatore per la promozione dei prodotti tipici (Modello di Riuso)

    a cura delle Comunità Montane del Frignano (MO) e del Comprensorio Montano Val d’Anapo (SR)

  • • Cantiere 10: Sportello Autorizzativo Unico (Modello di Riuso)

    a cura delle Comunità Montane Media Valle del Serchio (LU) e Trigno Medio Biferno (CB)

 

3. Modellizzazione

Linea d'azione finalizzata alla definizione di un modello operativo ed organizzativo per lo Sportello Unico per la Montagna, basato sulle evidenze raccolte nelle attività di sperimentazione.

Attività svolte

  • • Definizione di una prima bozza di modello

Attività previste fino al 31 luglio 2004

  • • Revisione del modello attraverso attività di sondaggio, dibattito on-line, workshop dedicati.